bd_immagini_bg_website_imac_21.5-_retina

Quale Mac scegliere e comprare: ecco la guida definitiva (aggiornata 2020)

Se ti stai domandando quale Mac scegliere e comprare: sei nel posto giusto. In questa nostra guida infatti tu troverai tutto quello che serve sapere se desideri acquistare nei prossimi mesi (o settimane) un computer Mac da scrivania; oppure un portatile.

In questo articolo non solo ti indicheremo i punti di forza delle macchine di Apple; faremo di più.
Ti aiuteremo a risparmiare sull’acquisto del tuo prossimo Mac: in che modo? Nel modo più semplice, nel modo che un po’ tutti stanno adottando in questi ultimi tempi. Vale a dire acquistando un Mac Rigenerato.

Non temere: ti spiegheremo anche perché un Mac Rigenerato è meglio (e un sacco di altri utenti lo hanno fatto!). E che cosa significhi Rigenerato (oppure: “Ricondizionato”), e per quale motivo è molto meglio del semplice usato.

Andiamo a incominciare.

Computer Mac portatile oppure da scrivania?

Vuoi un computer Mac: ma quale scegliere?
Da scrivania (quindi: iMac; Mac mini; oppure Mac Pro); oppure un portatile (e allora: MacBook; MacBook Pro e MacBook Air)?
Per rispondere in modo esatto a questa domanda devi innanzitutto capire le tue esigenze. Il Mac, a che cosa ti servirà?
Se per uso domestico forse un Mac mini potrebbe essere sufficiente; se devi invece fare qualche cosa di più un iMac da 21,5 pollici potrebbe andare benissimo. Il Mac Pro? Solo per esigenze pesantemente professionali.

Ma forse sei uno studente, oppure una persona che ama la mobilità. Quindi un MacBook, oppure un MacBook Air potrebbero essere le macchine Apple perfette per te. Il MacBook Pro è per i professionisti della fotografia, dell’editing.

Una volta che hai scovato, più o meno, il Mac che fa per te, è tempo di spingersi un po’ oltre. Iniziare a guardarsi in giro. E così si scopre che un sacco di persone parla di “Mac Ricondizionati”: di che cosa si tratta? Che cosa vuol dire?
Continua a leggere per scoprirlo.

Che cos’è un Mac Ricondizionato?

Cominciamo ad affrontare l’argomento proprio dall’inizio: che cos’è un Mac Ricondizionato?

Un privato, oppure un’azienda, decide di liberarsi del suo vecchio iPhone. TrenDevice (sito gemello di BuyDifferent) ritira i Mac usati e li sottopone a 31 test di funzionamento, effettuati dai nostri tecnici qualificati. Eventuali componenti danneggiati sono sostituiti. I dati del precedente utilizzatore sono sempre cancellati. Non avrai mai la sorpresa di trovarti con file del vecchio proprietario (o peggio ancora).

Al termine dei test, ogni computer Apple è accuratamente igienizzato. Solo a questo punto viene messo in vendita; e tu puoi risparmiare!
Adesso sai che cos’è un Mac Ricondizionato (o rigenerato): è un Mac usato che è come il nuovo, ma costa meno.

Qual è la differenza tra un Mac usato, Ricondizionato e rigenerato?

Il tuo computer è ormai troppo lento. Il tuo computer Apple (ma forse sei un utente Windows e ci sta facendo un pensierino: provare un computer Apple) si prende tempi biblici anche per i compiti più semplici. Hai bisogno di un Mac più recente, non ci sono dubbi. Quello che ti trattiene dall’acquisto è il prezzo.
Bene.
Non è necessario acquistare un Mac nuovo. Per quale motivo? Perché puoi acquistarlo Ricondizionato. Un Mac Ricondizionato è decisamente meglio!

Un Mac da scrivania o portatile Ricondizionato ti permette di risparmiare e di avere un computer Apple garantito 12 mesi da BuyDifferent. No, non è un computer nuovo; ma non è nemmeno usato. Per quale ragione?

I nostri tecnici certificati, una volta sostituite le parti danneggiate o non funzionanti, effettuano 31 test (sia hardware che software) così da garantirne il funzionamento perfetto. Non solo.

Acquisti il tuo Mac Ricondizionato su BuyDifferent. Arriva a casa. Però non sei soddisfatto. Niente paura. Puoi esercitare il diritto di Recesso: che cosa vuol dire? Che tu, entro 14 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della merce, puoi rispedirci il Mac e noi ti rimborsiamo. Non un po’: completamente. Il rimborso è completo.

Però…

Però non sai quale computer Apple scegliere. Portatile o da scrivania? Un MacBook Air oppure un MacBook Pro? Un Mac mini, o un iMac?
Niente paura. Sei qui, stai leggendo la nostra guida dedicata proprio a quegli utenti incerti, che non sanno quale Mac Ricondizionato acquistare. Che vogliono risparmiare e nello stesso tempo poter contare su un computer Apple di qualità.
Sei nel posto giusto.

Quale computer Mac Ricondizionato scegliere?

Apple vende(va) 6 tipi differenti di Mac e ciascuno di essi ha caratteristiche e prezzi ovviamente differenti. Prima abbiamo scritto: Vendeva.
Significa che sino a poco tempo fa faceva parte della lista anche il MacBook. Adesso sullo Store di Apple esso non è più presente; ma tra i Mac portatili usati è ancora uno dei più ricercati.

Ache se si è “sfoltita”, la lista di computer Apple potrebbe rendere complicato, per un utente, scegliere il Mac giusto per le sue esigenze.
Quanta RAM hanno? E che disco sfoderano?

Per i portatili: quanta autonomia riescono a offrire? E sui Mac da scrivania: che tipo di processore o di scheda grafica montano?
Ma se leggi la nostra guida definitiva, aggiornata al 2020, tutto sarà più semplice e chiaro.
È tempo di iniziare il nostro viaggio!

Macbook Air MacBook ProMac miniMacBook 2017 iMac 21,5 polliciiMac 27 pollici 5K Mac Pro del 2013


MacBook Air

MacBook AirSchermoGraficaProcessoreRAMArchiviazioneBatteriaColoriÈ ideale per…?

prev_macbook_air_1113_2015_2017_2018


MacBook Air

Il MacBook Air è il computer più leggero e sottile di Apple, oltre a essere il più economico (se lo scegli Ricondizionato BuyDifferent, risparmi ancora di più!). Pesa, nella sua configurazione più recente, 1,29 chilogrammi e il modello più recente ha il Sensore Touch ID.


Lo schermo del MacBook Air

Offre uno schermo retroilluminato LED da 13,3″ (diagonale) con tecnologia IPS; una risoluzione nativa 2560×1600 a 227 pixel per pollice; e supporta milioni di colori. Ha la tecnologia True Tone.


La grafica del MacBook Air

Il reparto grafico è assicurato da una scheda Intel Iris Plus Graphics. Videocamera FaceTime HD a 720p. Da ricordare che supporta simul­taneamente la risoluzione nativa, in milioni di colori, sullo schermo integrato e inoltre supporta un monitor 6K esterno con risoluzione 56016×3384 fino a 60Hz.
Un monitor 5K esterno con risoluzione 5120×2880 a 60Hz e milioni di colori.

Oppure fino a due monitor 4K esterni con risoluzione 4096×2304 fino a 60Hz e milioni di colori. L’uscita DisplayPort nativa via USB‑C funziona come uscita VGA, HDMI e Thunderbolt 2 (ma occorre comprare gli adattatori).


Il processore del MacBook Air

Il processore è un Intel Core i3 dual‑core a 1,1GHz (Turbo Boost fino a 3,2 GHz) con 4 MB di cache L3. Configurabile con Intel Core i5 quad‑core a 1,1 GHz (Turbo Boost fino a 3,5 GHz) e 6 MB di cache L3, oppure con Intel Core i7 quad‑core a 1,2 GHz (Turbo Boost fino a 3,8 GHz) e 8 MB di cache L3.
Ma è disponibile anche con Intel Core i5 quad‑core a 1,1 GHz (Turbo Boost fino a 3,5 GHz) con 6 MB di cache L3.
Configurabile con Intel Core i7 quad‑core a 1,2GHz (Turbo Boost fino a 3,8 GHz) e 8 MB di cache L3


La RAM del MacBook Air

Ha 8 GB di RAM a 3733 MHz saldata su scheda madre (quindi non è possibile aggiornarla, dopo che si è acquistato). Ma è configurabile sino a 16 GB di memoria.

Ha solo 2 porte Thunderbolt 3 (USB -C). Non ha la porta Ethernet. La tastiera è retroilluminata ed è provvisto di sensore di luce ambientale.


L’archiviazione del MacBook Air

È venduto con un’unità SSD PCIe da 256 GB (configurabile con unita da 512 GB, 1 TB o 2 TB); o con unità SSD PCIe da 512 GB configurabile con unita SSD da 1 TB oppure 2 TB.

La batteria del MacBook Air

Secondo Apple arriva sino a 11 ore di navigazione web in wireless; sino a 30 giorni di autonomia in standby; e sino a 12 ore di riproduzione video con l’app Apple TV.


I colori del MacBook Air

Viene proposto in 3 differenti colori (Oro; Argento; Grigio siderale).


Il MacBook Air è ideale per…?

Il MacBook Air è il portatile ideale per quanti si muovono spesso, e devono avere con sé un computer leggero e robusto. Quindi è il computer perfetto per gli studenti e in genere per tutti coloro che viaggiano spesso e hanno necessità di un portatile che occupi poco spazio. Inoltre, se hai necessità di un computer che permette di scaricare la posta, navigare, utilizzare le applicazioni da ufficio, il MacBook Air è un’ottima macchina. Anche se devi fare qualcosa di più impegnativo (ritocco delle foto; girare video) il MacBook Air fa bene il suo lavoro. No, non è il computer più veloce, né lo è particolarmente.

prev_macbookair13_2015

Scopri i prezzi dei MacBook Air Ricondizionati su BuyDifferent!


MacBook Pro

macbook pro 15 touch

MacBook ProSchermoGraficaProcessoreRAMArchiviazioneBatteriaColoriÈ ideale per…?

MacBook Pro

Il MacBook Pro è disponibile, innanzitutto in 2 versioni: da 13 pollici oppure da 16. Il fatto che sia “Pro” indica già la sua natura più “muscolosa” e il genere di utenti ai quali è indirizzato: i professionisti, esatto. Tra le qualità di questo computer spicca senza dubbio la presenza del processore Apple T2 Security che permette il funzionamento del Touch ID ed è indispensabile per le funzioni di avvio protetto e archiviazione criptata.

Sia il modello da 13 pollici che quello da 16 hanno la Touch Bar e il sensore Touch ID (per sbloccare con l’impronta l’accesso al proprio computer, e anche per fare acquisti in Rete davvero sicuri). La Touch Bar di che si tratta? Di una “linea” di scorciatoie per usare con più profitto l’applicazione in primo piano. Pesa, nella sua incarnazione più vicina a noi, 1,37 chili (il modello da 13 pollici), mentre quello da 16 pollici pesa 2 chilogrammi.


Lo schermo del MacBook Pro

Display retroilluminato LED da 16″ o da 13,3″ (diagonale) con tecnologia IPS; risoluzione nativa 2560×1600 a 227 pixel per pollice; supporta milioni di colori. Luminosità 500 nit. Ampia gamma cromatica (P3). Tecnologia True Tone.

Il modello da 13 pollici supporta simultaneamente la risoluzione nativa, in milioni di colori, sullo schermo integrato e:

  • un monitor esterno con risoluzione 5120 × 2880 a 60 Hz e oltre un miliardo di colori
  • fino a due monitor esterni con risoluzione 4096 × 2304 a 60 Hz e milioni di colori
  • fino a due monitor esterni con risoluzione 3840 × 2160 a 60 Hz e oltre un miliardo di colori

Il modello da 16 pollici supporta simultaneamente la risoluzione nativa, in milioni di colori, sullo schermo integrato e:

  • fino a due monitor esterni con risoluzione 6016 × 3384 a 60 Hz e oltre un miliardo di colori
  • o fino a quattro monitor esterni con risoluzione 4096 × 2304 a 60 Hz e oltre un miliardo di colori

Supporta le uscite VGA, HDMI, DVI e Thunderbolt 2 tramite adattatori (che però sono sempre venduti separatamente). Uscita video digitale Thunderbolt 3. Uscita DisplayPort nativa via USB-C. Tastiera retroilluminata con sensore di luce ambientale.


La grafica del MacBook Pro

Il modello da 13 pollici: Intel Iris Plus Graphics 645 o Intel Iris Plus Graphics 655.

Il modello da 16 pollici: AMD Radeon Pro 5300M con 4 GB di memoria GDDR6 e switch della grafica automatico.
Intel UHD Graphics 630.
Configurabile con AMD Radeon Pro 5500M (4 GB di memoria GDDR6) o AMD Radeon Pro 5500M (8 GB di memoria GDDR6).

Oppure: AMD Radeon Pro 5500M con 4 GB di memoria GDDR6 e switch della grafica automatico
Intel UHD Graphics 630.
Configurabile con AMD Radeon Pro 5500M (8 GB di memoria GDDR6).


Il processore del MacBook Pro

Il modello da 13 pollici: Intel Core i5 quad‑core a 1,4 GHz (Turbo Boost fino a 3,9 GHz) con 128 MB di eDRAM
Configurabile con Intel Core i7 quad‑core a 1,7 GHz (Turbo Boost fino a 4,5 GHz) e 128 MB di eDRAM

Oppure Intel Core i5 quad‑core a 2,4 GHz (Turbo Boost fino a 4,1 GHz) con 128 MB di eDRAM
Configurabile con Intel Core i7 quad‑core a 2,8 GHz (Turbo Boost fino a 4,7 GHz) e 128 MB di eDRAM.

Il modello da 16 pollici: Intel Core i7 6‑core a 2,6 GHz (Turbo Boost fino a 4,5 GHz) con 12 MB di cache L3 condivisa
Configurabile con Intel Core i9 8‑core a 2,4GHz (Turbo Boost fino a 5,0 GHz) e 16 MB di cache L3 condivisa.

Oppure: Intel Core i9 8‑core a 2,3 GHz (Turbo Boost fino a 4,8 GHz) con 16 MB di cache L3 condivisa
Configurabile con Intel Core i9 8‑core a 2,4 GHz (Turbo Boost fino a 5,0 GHz) e 16 MB di cache L3 condivisa.


La RAM del MacBook Pro

Modello da 13 pollici: 8 GB di memoria LPDDR3 a 2133 MHz saldata su scheda (configurabile sino a 16 GB).
Modello da 16 pollici:16 GB di RAM a 2666 MHz saldata su scheda (arriva a gestirne 32 oppure 64 GB).


L’archiviazione del MacBook Pro

Il modello da 13 pollici: unità SSD da 128 o da 256 GB. Configurabile con unità SSD da 256 GB, 512 GB, 1 TB o 2 TB.

Il modello da 16 pollici: unità SSD da 512 GB configurabile con SSD da 1 TB, 2 TB, 4 TB o 8 TB. O unità SSD da 1 TB configurabile con SD da 2, 4 o 8 TB.


La batteria del MacBook Pro

Il modello da 13 pollici: fino a 10 ore di navigazione web in wireless; fino a 10 ore di riproduzione film iTunes; fino a 30 giorni di autonomia in standby.

Il modello da 16 pollici: fino a 11 ore di navigazione web in wireless; fino a 11 ore di riproduzione di film sull’app Apple TV; fino a 30 giorni di autonomia in standby.

Entrambi i modelli hanno 4 porte Thunderbolt 3 (USB-C). Non esiste l’uscita Ethernet.


I colori del MacBook Pro

I due modelli da 13 e da 16 pollici sono venduti in due colorazioni: Argento oppure Grigio Siderale.


Il MacBook Pro è ideale per…?

Il MacBook Pro è un computer perfetto per chi desidera potenza da un computer portatile; e poi è indirizzato soprattutto ai professionisti. La presenza della Touch Bar, del chip T2 relativo alla sicurezza sono due “plus” davvero essenziali. Processori potenti e schermo di grande qualità il tutto racchiuso in un corpo che pesa poco (come detto prima: 2 chili per quello da 16 pollici, mentre pesa 1,37 chili il modello da 13 pollici).
Meglio scegliere il modello da 13 pollici se si prevede di spostarsi spesso (l’ingombro ovviamente è minore).
Ma il modello da 16 pollici ha dalla sua una potenza notevole che attende solo di poter gestire progetti ambiziosi.

prev_macbookpro-13-2016_tb

Scopri i prezzi dei MacBook Pro Ricondizionati di BuyDifferent!


Mac mini

Mac miniGraficaProcessoreRAMArchiviazioneÈ ideale per…?

mac mini

Mac mini

Il computer da scrivania più piccolo di Apple è anche il più economico. Solo in grigio siderale, sfodera porta Ethernet, 4 porte Thunderbolt 3 (USB-C), 2 USB 3, il Jack da 3,5 mm. per le cuffie e l’HDMI 2.0.
Pesa 1,3 chilogrammi.


La grafica del Mac mini

Certo, il Mac mini non ha tastiera, mouse e nemmeno schermo; ma lo gestisce eccome uno schermo. Per questo è anche equipaggiato con una scheda grafica Intel UHD Graphics 630. Ma vediamo il supporto video del Mac mini:

  • supporta sino a tre monitor:
    due monitor con risoluzione 4096 × 2304 a 60 Hz collegati via Thunderbolt 3, e un monitor con risoluzione 4096 × 2160 a 60 Hz collegato via HDMI 2.0.
  • Oppure sino a due monitor:
    un monitor con risoluzione 5120 × 2880 a 60 Hz collegato via Thunderbolt 3, e un monitor con risoluzione 4096 × 2160 a 60 Hz collegato via HDMI 2.0.

A questo dobbiamo per forza aggiungere: uscita video digitale Thunderbolt 3; uscita DisplayPort nativa via USB‑C.
Uscita DVI con adattatore da HDMI a DVI (in vendita a parte).
Supporta le uscite Thunderbolt 2, DVI e VGA tramite adattatori (in vendita separatamente).
Uscita video per monitor HDMI 2.0.


Il processore del Mac mini

Intel Core i3 quad-core a 3,6 GHz con 6 MB di cache L3 condivisa o Intel Core i5 6-core a 3,0GHz Turbo Boost fino a 4,1 GHz con 9 MB di cache L3 condivisa (entrambi però configurabili in sede di acquisto, e solo lì, con Intel Core i7 6-core a 3,2 GHz Turbo Boost fino a 4,6 GHz con 12MB di cache L3 condivisa.


La RAM del Mac mini

È venduto con 8 GB di RAM SO-DIMM DDR4 a 2666 MHz. Può essere configurato, ma solo in sede di acquisto con 16, 32 o 64 GB di RAM.


L’archiviazione del Mac mini

Niente dischi rigidi sul Mac mini, ma solo dischi SSD o a stato solido. Di quale taglio? Da 256 o 512 GB (configurabile con disco SSD da 512, 1 o 2 TB in sede di acquisto).


Il Mac mini è ideale per…?

Per chi non ha molte pretese e deve gestire per esempio un piccolo ufficio; oppure per chi, da casa, si collega alla Rete per navigare, scaricare mail, fare un po’ di fotoritocco con le foto, ed editing per piccoli video casalinghi. Non si può certo richiedere prestazioni muscolose a questo tipo di macchina. È infatti realizzata per quelle realtà (domestiche oppure imprenditoriali, ma con poche pretese), che desiderano un computer solido ed economico. Ma rappresenta anche la soluzione più economica per chi si vuole avvicinare al mondo Apple: basta poi procurarsi una tastiera, un mouse e uno schermo e si parte alla scoperta dell’universo Apple.

mac_mini_ricondizionato_buydifferent

Dai un’occhiata ai prezzi dei Mac mini Ricondizionati BuyDifferent.


MacBook 2017

MacBook 2017SchermoGraficaProcessoreRAMArchiviazioneBatteriaColoriÈ ideale per…?

macbook-retina-12-2016grigiosiderale


MacBook 2017

Come abbiamo già indicato in precedenza, il MacBook è uscito di produzione quando Apple ha presentato la nuova versione del MacBook Air. Forse per rendere più semplice la scelta agli utenti, che così adesso hanno a disposizione i MacBook Pro (destinati ai professionisti); e i MacBook Air (per tutti gli altri).
Ma ci sono comunque gli estimatori di questo portatile che quando fu presentato nel 2017 attirò interesse anche per la batteria, la cui durata era decisamente interessante. E poi il peso: 0,92 chilogrammi.


Lo schermo del MacBook 2017

Si tratta di uno schermo Retina da 12 pollici retroilluminato LED (diagonale) con tecnologia IPS. La risoluzione è di 2304 × 1440 a 226 pixel per pollice; supporta milioni di colori. Formato 16:10. Le risoluzioni supportate sono: 1440 × 900; 1280 × 800; 1024 × 640.

Si tratta di uno schermo che fa il suo lavoro più che decentemente, ma se qualcuno lo cerca per vederci girare i videogiochi, deve lasciar perdere. Non è fatto per questo genere di cose.


La grafica del MacBook 2017

Come si può immaginare dopo aver letto il paragrafo precedente, il reparto grafica è buono senza eccellere particolarmente. La scheda grafica infatti è una Intel HD Graphics 615. Supporta simul­taneamente la risoluzione nativa sullo schermo integrato e fino a 4096 × 2304 pixel a 60 Hz su un monitor esterno, entrambe in milioni di colori. Supporta anche la scrivania estesa e la duplicazione dello schermo.

h2>Il processore del MacBook 2017

Che processore monta questa macchina? Si tratta di un Intel Core m3 dual‑core a 1,2 GHz (Turbo Boost fino a 3,0 GHz) con 4 MB di cache L3. Però configurabile con Intel Core i5 dual‑core a 1,3 GHz (Turbo Boost fino a 3,2 GHz) con 4 MB di cache L3, oppure con Intel Core i7 dual‑core a 1,4 GHz (Turbo Boost fino a 3,6 GHz) con 4 MB di cache L3 condivisa.

Oppure: Intel Core i5 dual‑core a 1,3 GHz (Turbo Boost fino a 3,2 GHz) con 4 MB di cache L3. Anche in questo caso era configurabile con Intel Core i7 dual‑core a 1,4 GHz (Turbo Boost fino a 3,6 GHz) con 4 MB di cache L3.


La RAM del MacBook 2017

Questo portatile aveva 8 GB di memoria LPDDR3 a 1866 MHz su scheda (vale a dire: saldata su scheda. Non era possibile aumentarla dopo l’acquisto). Configurabile al momento di comprarlo con 16 GB di memoria.


L’archiviazione del MacBook 2017

Montava un SSD PCIe da 256 GB su scheda. Si poteva configurarlo con un disco a stato solido da 512 GB al momento dell’acquisto (meglio lasciar perdere il modello base: 256 GB sono davvero pochi).


La batteria del MacBook 2017

Era il punto di forza di questo portatile. Arrivava (secondo Apple, ma le prove sul campo andavano in quella direzione) sino a 10 ore di navigazione web in wireless; Fino a 12 ore di riproduzione film iTunes; sino a 30 giorni di autonomia in standby.


I colori del MacBook 2017

Questo modello di portatile Apple lo si poteva avere in 4 colorazioni differenti: Oro; Oro Rosa; Argento; Grigio Siderale.


Il MacBook 2017 è ideale per…?

Questo MacBook Retina 2017 era ideale per chi aveva poche pretese ma aveva bisogno di un portatile leggero, con una batteria dalla lunga durata. Si trattava di una macchina nata all’insegna del compromesso. Ecco allora la presenza di una sola porta USB‑C per la ricarica e la necessità di procurarsi un adattatore per poterci connettere qualcos’altro. Sì, era presente anche il jack da 3,5 mm. per le cuffie. Ma al di là della modesta dotazione hardware, è una buona macchina perfetta per chi viaggia molto, e ha necessità di avere con sé un computer per le necessità più elementari. Lo schermo, non scordiamolo, è un Retina.

macbook-12

Scopri il prezzo delMacBook Rigenerato su BuyDifferent!


iMac 21,5 pollici

iMac da 21,5 polliciSchermoGraficaProcessoreRAMArchiviazioneÈ ideale per…?

imac 2018


iMac da 21,5 pollici

Apple da sempre è famosa grazie al Mac (che poi è “diventato” iMac). È il classico “tutto in uno”: lo estrai dalla scatola, lo colleghi alla presa di corrente, lo accendi e sei pronto a usarlo.
Al momento è declinato in due modelli: da 21,5 pollici, e quello da 27 pollici.
Il modello da 21 pollici però si suddivide ancora in due “famiglie” quella con il display Retina 4K; e quella “normale”. Mentre il modello da 27 pollici (che affronteremo tra poco), ha lo schermo Retina 5K.


Lo schermo dell’iMac da 21,5 pollici

Come detto in precedenza, questo iMac viene venduto in 2 “declinazioni”: quella normale; e quella con lo schermo Retina da 4K.
L’iMac normale sfodera uno schermo retroilluminato LED da 21,5″ (diagonale), con una risoluzione 1920×1080; e supporta milioni di colori.

Se invece preferisci il 4K: lo schermo è un Retina 4K da 21,5″ (diagonale) con risoluzione 4096×2304; e supporta un miliardo di colori.Luminosità 500 nit. Ampia gamma cromatica (P3).


La grafica dell’iMac da 21,5 pollici

Qui un po’ di attenzione perché la faccenda potrebbe essere un poco più complicata. Infatti il modello da 21,5 pollici presente:

  • una scheda Intel Iris Plus Graphics 640
  • oppure una scheda grafica Radeon Pro 555X con 2 GB di VRAM
  • o ancora Radeon Pro 560X con 4 GB di VRAM. In questo caso è anche possibile configurarlo con una scheda Radeon Pro Vega 20 con 4 GB di VRAM

L’iMac da 21,5 pollici supporta simul­taneamente la risoluzione nativa, con milioni di colori (21,5 pollici) o con un miliardo di colori (21,5 pollici 4K), sullo schermo integrato e:

  • un monitor esterno con risoluzione 5120×2880 (5K) a 60 Hz e un miliardo di colori
  • oppure due monitor esterni con risoluzione 3840 × 2160 (4K UHD) a 60 Hz e un miliardo di colori
  • oppure due monitor esterni con risoluzione 4096 × 2304 (4K) a 60 Hz e milioni di colori

Inoltre: Uscita video digitale Thunderbolt 3; uscita DisplayPort nativa via USB‑C.
Supporta le uscite Thunderbolt 2, HDMI, DVI e VGA tramite adattatori (venduti come sempre separatamente).

È provvisto di Slot SDXC Card; 4 porte USB 3 compatibili con USB 2; 2 porte Thunderbolt 3 (USB-C) per DisplayPort;
Thunderbolt (fino a 40 Gbps); USB 3.1 Gen 2 (fino a 10 Gbps);
Supporta le uscite Thunderbolt 2, HDMI, DVI e VGA tramite adattatori (in vendita separatamente); uscita Ethernet.


Il processore dell’iMac da 21,5 pollici

Anche in questo caso, un poco di attenzione! Questo modello infatti lo puoi trovare con:

  • un processore Intel Core i5 dual‑core a 2,3 GHz (Turbo Boost fino a 3,6 GHz)
  • oppure Intel Core i3 quad‑core a 3,6 GHz. Che però puoi configurare con un processore Intel Core i7 6‑core a 3,2 GHz (Turbo Boost fino a 4,6 GHz)
  • o ancora Intel Core i5 6‑core a 3,0 GHz (Turbo Boost fino a 4,1 GHz). Anche in questo caso configurabile con Intel Core i7 6-core a 3,2 GHz (Turbo Boost fino a 4,6 GHz)


La RAM dell’iMac da 21,5 pollici

E la RAM?

  • 8 GB di memoria DDR4 a 2133 MHz, ma configurabile con 16 GB
  • 8 GB di memoria DDR4 a 2400 MHz ma configurabile con 16 GB oppure 32 GB
  • 8 GB di memoria DDR4 a 2666 MHz configurabile con 16 GB oppure 32 GB


L’archiviazione dell’iMac da 21,5 pollici

Vediamo adesso la capacità del disco di avvio dell’iMac da 21,5 pollici.

  • offre (ahinoi) un disco rigido da 1 TB a 5400 giri/min (esatto, è pure lento. Configurabile con Fusion Drive da 1 TB oppure con unità SSD da 256 GB (quest’ultimo caso già meglio, ma il taglio da 256 GB è un po’ poco), da 512 oppure da 1 TB
  • Fusion Drive da 1 TB. Configurabile con unità SSD da 256 GB, 512 GB o 1 TB


L’iMac da 21,5 pollici è ideale per…?

L’iMac da 21,5 pollici “normale” è il Mac da scrivania di chi non ha molte pretese; grafiche o di prestazioni, ma che desidera comunque avere una buona macchina per i compiti quotidiani impegnativi ma senza esagerare troppo. Il modello base con il disco rigido da 5400 rpm è consigliato solo a chi desidera risparmiare e ha davvero poche pretese. Il Fusion Drive (2 dischi che però il Mac vede singolarmente. Su uno di essi, SSD, sono caricate le applicazioni usate più spesso in modo da garantire prestazioni migliori) era una buona idea che Apple ha lasciato serenamente morire. La “partizione” SSD infatti è decisamente risicata e insufficiente a dare alla macchina quelle prestazioni che potrebbe offrire.

Il modello 4K, se unito al disco SSD da almeno 512 GB, potrebbe essere una soluzione più interessante in termini di prestazioni. Lo schermo da 21,5 è un gran bel vedere, se 4K ovviamente, mentre quello da 27 pollici (ne parleremo di seguito), potrebbe apparire di dimensioni troppo generose.

prev_imac-retina-4k-21.5-2015

Dai un’occhiata ai prezzi degli iMac da 21,5 pollici Ricondizionati BuyDifferent.


iMac 27 pollici 5K

iMac da 27 pollici 5KLo schermo dell’iMac 27 pollici 5KLa grafica dell’iMac da 27 pollici 5KIl processore dell’iMac da 27 pollici 5KLa RAM dell’iMac da 27 pollici 5K L’archiviazione dell’iMac da 27 pollici 5K L’iMac da 27 pollici 5K è ideale per…?

prev_imac-retina-5k-27-2015


iMac 27 pollici da 5K

E poi Apple fece l’iMac più “grande”.
L’iMac da 27 pollici è forse lo stato dell’arte dei computer da scrivania. Uno schermo spettacolare 5K (bisogna vederlo da vicino per capire) destinato soprattutto per chi ha bisogno di lavorare con una “superficie” più grande. Con la giusta configurazione si ha a portata di mano una macchina potente, e anche se non ha la potenza di fuoco dell’iMac Pro, è un computer versatile e davvero capace di dare grandi soddisfazioni.


Lo schermo dell’iMac 27 pollici 5K

Impossibile non iniziare da lui: è talmente evidente! Lo schermo dell’iMac da 27 pollici 5K è appunto uno schermo Retina 5K da 27″ (diagonale) con una risoluzione 5120 × 2880. Supporta un miliardo di colori. Luminosità 500 nit. Ampia gamma cromatica (P3).


La grafica dell’iMac da 27 pollici 5k

Con un tale schermo la grafica deve essere di prim’ordine. Quindi: che cosa c’è dietro lo schermo di questo iMac?
Una Radeon Pro 570X con 4 GB di VRAM; o una scheda Radeon Pro 575X con 4 GB di VRAM; o ancora una Radeon Pro 580X con 8 GB di VRAM (configurabile con Radeon Pro Vega 48 con 8 GB di VRAM).

Non solo. Supporta simul­taneamente la risoluzione nativa, con un miliardo di colori, sullo schermo integrato e:

  • un monitor esterno con risoluzione 5120 × 2880 (5K) a 60 Hz e un miliardo di colori
  • due monitor esterni con risoluzione 3840 × 2160 (4K UHD) a 60 Hz e un miliardo di colori
  • due monitor esterni con risoluzione 4096 × 2304 (4K) a 60 Hz e milioni di colori

Supporta le uscite Thunderbolt 2, HDMI, DVI e VGA tramite adattatori (sempre in vendita separatamente).
Ha l’uscita video digitale Thunderbolt 3 e l’uscita DisplayPort nativa via USB‑C.

Il processore dell’iMac da 27 pollici 5K

E il motore? È all’altezza di una simile macchina? Andiamo a scoprirlo assieme.
Questo iMac presenta un processore Intel Core i5 6‑core a 3,0 GHz (Turbo Boost fino a 4,1 GHz); o un Intel Core i5 6‑core a 3,1 GHz (Turbo Boost fino a 4,3 GHz), però configurabile con un Intel Core i9 8-core a 3,6 GHz (Turbo Boost fino a 5,0 GHz). Infine un processore Intel Core i5 6‑core a 3,7 GHz (Turbo Boost fino a 4,6 GHz), anch’esso configurabile con Intel Core i9 8-core a 3,6G Hz (Turbo Boost fino a 5,0 GHz).


La RAM dell’iMac da 27 pollici 5K

L’aspetto positivo di questo iMac è che… la RAM è accessibile all’utente, sempre. A differenza di altri modelli dove essa è saldata sulla scheda madre, qui è possibile anche aumentare la memoria dopo che lo si è acquistato.
Questo iMac è equipaggiato con 8 GB di memoria DDR4 a 2666 MHz; 4 slot SO‑DIMM accessibili dall’utente. Ma supporta sino a 16 GB, 32 o 64 GB.


L’archiviazione dell’iMac da 27 pollici 5K

Che dischi porta in dote questo iMac?
Fusion Drive da 1 oppure 2 TB, ma configurabile con Fusion Drive da 2 o 3 TB o (molto meglio) con unità SSD da 256 GB, 512 GB o 1 o ancora 2 TB.


L’iMac da 27 pollici 5K è ideale per…?

Il modello da 27 pollici 5K è uno spettacolo per gli occhi (e permette anche di espandere la RAM!), e il processore (e la scheda grafica) sono quel “plus” in più che ripaga abbondantemente l’investimento, se si lavora con grafica e foto.
Se si decide di investire soldi su una macchina del genere è meglio allora lasciare serenamente da parte i modelli con Fusion Drive; come detto in precedenza ormai Apple (che aveva scelto questa soluzione per fornire l’esperienza dell’SSD a un prezzo più accessibile), non ha molto interesse a “spingere” questa soluzione. Secondo noi, non ha senso acquistare un modello del genere e scegliere quello Fusion Drive.
Meglio quindi dirigersi senza esitazione su quelli che usano i dischi a stato solido. In questo modo RAM e processore potranno dar sfogo alle loro potenzialità. Una macchina che se non è “pro” come l’iMac Pro, poco ci manca, e quindi destinata a un tipo di clientela semi-professionale.
Sì, è vero: forse il design comincia davvero troppo a mostrare i segni dell’età, ma siamo certi che a Cupertino prima o poi si decideranno a fare qualche “magia”; nel 2021 magari…

prev_imac-retina-5k-27-2015

Schermata 2020-04-25 alle 08.58.40

Scopri i prezzi degli iMac da 27 pollici 5K Ricondizionati di BuyDifferent!

Mac Pro del 2013

Mac Pro del 2013GraficaProcessoreRAMArchiviazioneÈ ideale per…?

bd_immagini_bg_website_mac_pro


Il Mac Pro del 2013

Il Mac Pro è (evidentemente) un computer dedicato solo ai professionisti della grafica, del video, della musica, dell’audio. È una macchina in grado di gestire flussi di lavoro imponenti, senza alcuno sforzo. Questo spiega anche il prezzo elevato con cui una simile macchina viene venduta. Si tratta quindi di una nicchia di mercato ma con grande capacità di spesa, perché (si presume), sia in grado di alti o altissimi profitti.
Adesso andiamo un po’ a conoscere da vicino le caratteristiche di questa macchina. Intanto, ricordiamo che ha 6 porte Thunderbolt 2, 4 porte USB 3; 2 Gigabit Ethernet e HDMI 1.4 UltraHD.


La grafica del Mac Pro 2013

Il Mac Pro del 2013 ha due processori grafici AMD FirePro D500, ciascuno con 3 GB di memoria VRAM GDDR5; configurabile on due AMD FirePro D700, ciascuno con 6 GB di memoria VRAM GDDR5.
Oppure: due processori grafici AMD FirePro D700, ciascuno con 6 GB di memoria VRAM GDDR5.

Puoi collegare sino a 3 schermo 5K a doppio cavo; o 6 schermi Thunderbolt.


Il processore del Mac Pro del 2013

Il cuore di una macchina simile non può che essere il processore. Un Intel Xeon E5 con 12 MB di cache L3 e Turbo Boost fino a 3,9 GHz. Ma si può configurare con un processore 8‑core a 3,0 GHz con 25 MB di cache L3 o processore 12‑core a 2,7 GHz con 30 MB di cache L3.
In alternativa: Intel Xeon E5 con 25 MB di cache L3 e Turbo Boost fino a 3,9 GHz, ma configurabile con processore 12‑core a 2,7 GHz con 30 MB di cache L3.


La RAM del Mac Pro del 2013

La memoria del Mac Pro del 2013 è accessibile all’utente (naturalmente). È equipaggiato con 16 GB (4 x 4GB) di memoria ECC DDR3 a 1866 MHz. Ma supporta sino a 32 o 64 GB.


L’archiviazione del Mac Pro del 2016

Adesso scopriamo il tipo di archiviazione del Mac Pro del 2013. Usa un disco a stato solido (o SSD) da 256 GB, ma lo puoi configurare con un disco da 512 GB oppure da 1 TB.

Il Mac Pro del 2013 è ideale per…?

Poche chiacchiere. Una simile macchina è per pochi. Professionisti che lavorano con file pesanti e hanno necessità di una macchina potente, scalabile (la RAM è accessibile all’utente) e anche impeccabile dal punto di vista del design.

prev_mac_pro_2013

Guarda il prezzo delMac Pro del 2013 Ricondizionato su BuyDifferent.

valutazione-mac

Lascia un commento