Come registrare l’audio di un iPhone su Mac

Vuoi scoprire come registrare l’audio di un iPhone su Mac? Continua a leggere e lo saprai.
I passaggi da eseguire sono piuttosto semplici e non hai bisogno di particolare software per riuscirci. È vero: puoi ricorrere a QuickTime, l’applicazione di Apple capace di riconoscere l’iPhone come entrata audio. Ma con macOS Sierra puoi utilizzare qualunque software.

Per realizzare quanto vogliamo potremo perciò ricorrere all’app Audacity (gratuita, ma le donazioni sono benvenute). E poi?

Collega il tuo iPhone al Mac con il cavetto USB/Lightning.
Lancia l’applicazione Configurazione MIDI audio (puoi usare Spotlight per farlo; oppure vai in Utility dentro la cartella Applicazioni: sarà ad attenderti). Che cosa troverai?
abilita iPhone
Nella colonna laterale sinistra ci sarà il tuo iPhone. Clicca allora su Abilita.

Non resta che ricorrere adesso ad Audacity e selezionare l’iPhone come entrata audio, e quindi procedere con la registrazione.

Scopri i Mac ricondizionati di BuyDifferent! 12 mesi di garanzia, oltre 40 test di funzionamento su ogni Mac.
Perché fidarsi delle aste quando puoi scegliere la sicurezza BuyDifferent? Vieni a vedere la differenza!

Come risolvere i problemi dei permessi in macOS?

Per anni sui forum si è consigliato di riparare i permessi per risolvere qualunque problema del Mac; spesso a sproposito.
Poi, Apple ha deciso con il rilascio di “El Capitan” di togliere questa funzione, racchiuda all’interno dell’applicazione “Utility Disco”.
Ma come risolvere i problemi dei permessi di macOS? In realtà è possibile, solo che non questa procedura “curerà” solo quelli relativi alla cartella “Inizio” (quella con l’icona ella casetta, per capirci).
Ecco allora come fare.

Clicca sull’icona del Finder nel Dock, quindi seleziona la cartella “Inizio”, poi premi Cmd-I. A questo punto spostati nella sezione “Condivisione e permessi”, espandila e clicca sull’icona del lucchetto.
Dovrai inserire la tua password di Amministratore.
A questo punto premi l’ingranaggio, seleziona la voce “Applica agli elementi inclusi”.
permessi cartella inizio
La procedura che si avvierà potrebbe anche prendersi un bel po’ di tempo: dipende da quello che è contenuto dentro la cartella Inizio.

Una volta completato questo, occorre però fare ancora qualcosa. Lancia l’applicazione Terminale (usa Spotlight; oppure vai dentro la cartella Utility, dentro la cartella Applicazioni), e digita questo comando:

diskutil resetUserPermissions / `id -u`

Il carattere “`” si ottiene premendo il tasto Alt e quindi premendo il testo che risiede sotto “Esc”.
Lascia lavorare il Terminale. Una volta che la procedura sarà conclusa, i permessi (della sola cartella Inizio) saranno riparati.

Acquista un Mac ricondizionato. BuyDifferent ti regala un buono da 100 euro da spendere in ebook e corsi di formazione. Ma solo fino al 18 maggio. Clicca qui!

Scopriamo Siri, l’assistente virtuale di macOS Sierra

Come si sa, Siri è l’assistente vocale e virtuale di iOS; ma anche di macOS Sierra. Nell’ultima incarnazione del sistema operativo di Apple lo abbiamo nel Dock, e nella barra dei menu.

siri nel dock
siri nella barra dei menu
La differenza rispetto a iOS è che, una volta evocato, Siri se ne sta quasi in disparte, e soprattutto in maniera discreta.

interfaccia siri

Meglio ricordare sempre che Siri ha bisogno di un mucchio di informazioni per funzionare a dovere. Per esempio, deve imparare a conoscere la voce dell’utente; accedere a determinate informazioni per essere poi in grado di soddisfare le richieste; conoscere il luogo dove l’utente si trova; i suoi gusti musicali e i brani conservati sul dispositivo; i legami di parentela con alcuni contatti racchiusi nella rubrica indirizzi; il nome e cognome dell’utente, e altro ancora.

Da ricordare che quando si effettua per esempio una ricerca di documenti ricorrendo a Siri, i dati sono sì inviati ai server di Apple, ma i risultati, elaborati sul Mac, non lasciano il computer dell’utente. Cosa vuol dire? Che i file e il loro nome non abbandoneranno mai il Mac.

Siri può essere disattivato: basta spostarsi nelle Preferenze di Sistema e dentro il pannello Siri c’è l’opzione apposita. È sufficiente togliere il segno di spunta.

pannello siri

Cosa succede una volta disabilitato? Che il “profilo vocale”, quindi le registrazioni audio e le loro trascrizioni saranno eliminati dai server di Apple. Come la stessa azienda di Cupertino afferma, potranno essere conservati dei vecchi profili vocali solo a fini tecnici e solo per un certo periodo di tempo, e comunque da essi non è possibile risalire all’identità dell’utente.

Lo sai che BuyDifferent ha i Mac ricondizionati? Cosa vuol dire? Per te vuol dire avere un computer Apple con la garanzia di un anno, ma non solo. Prima di essere rimesso in vendita è stato sottoposto a oltre 40 test di funzionamento.
Ecco perché oltre il 90% dei clienti è soddisfatto di BuyDifferent. Scopri la qualità dei Mac ricondizionati BuyDifferent.

Come modificare il colore della selezione in macOS

Come modificare il colore della selezione di un testo?

testo selezionato
Parlo del colore che appare quando un testo viene selezionato per, magari, copiarlo. Ovviamente è possibile cambiarlo.
Occorre lanciare le Preferenze di Sistema e poi spostarsi dentro il pannello chiamato “Generali”. In alto, è presente la voce “Colore selezione”. Basta premere il menu a discesa e scegliere il colore che si preferisce.
colore testo selezionato
Non c’è nulla da salvare, il risultato è immediato.
SafariScreenSnapz027
Nient’altro da fare.

Scopri i Mac ricondizionati di BuyDifferent. 12 mesi di garanzia, oltre 40 test di funzionamento. Vieni a scoprire il tuo prossimo Mac ricondizionato.

Come proteggere le Preferenze di Sistema con una password

Nel sistema operativo di Apple (parliamo di computer, ovviamente), le Preferenze di Sistema racchiudono tutta una serie di impostazioni importanti. È qui che per esempio si può attivare (o disattivare) il firewall; configurare la stampante; la Rete; l’applicazione Time Machine e altro ancora.
Forse il Mac viene usato da una persona poco esperta ed esiste il rischio che costui, o costei, senza volerlo modifichi certe impostazioni.
Ma è possibile proteggere le Preferenze di Sistema con una password. Vediamo come.
Lancia le Preferenze di Sistema e vai nel pannello “Sicurezza e privacy”. In basso a sinistra, clicca sul lucchetto, inserisci la password di Amministratore. Poi, a destra in basso, premi “Avanzate”. Scenderà una finestra che conterrà quello che cerchiamo.

Preferenze di Sistema
Metti il segno di spunta alla casella “Richiedi una password di amministratore per accedere alle preferenze riguardanti l’intero sistema”.
Premi OK.
Premi il lucchetto in basso a sinistra per salvare questa modifica e renderla quindi definitiva. Cosa succederà? Che alcuni pannelli (Time Machine; o App Store…), d’ora in poi presenteranno il lucchetto in basso a sinistra, e per effettuare delle modifiche sarà necessario sbloccarlo. Altrimenti non sarà possibile procedere.

app store protetto
Di solito il pannello non presenta l’icona del lucchetto.
Ricorda solo di NON condividere la tua password di amministratore con chiunque!

Cerchi un MacBook Pro Retina ricondizionato?
Cercalo nel posto giusto: su BuyDifferent. Solo BuyDifferent sottopone tutti i computer Mac a oltre 30 test di funzionamento. E inoltre puoi contare su una garanzia di 12 mesi: sì, anche sui Mac ricondizionati.
Scopri di più sulla qualità dei Mac ricondizionati di BuyDifferent!

Come chiudere in un colpo solo finestra e pannelli

A volte si è nella necessità di chiudere in un colpo solo la finestra e i pannelli aperti che contiene: è possibile? Come si fa?
Per ottenere questo risultato è sufficiente usare questa scorciatoia da tastiera: Cmd-Maiuscole-W. La finestra (per esempio di Safari) e i pannelli aperti al suo interno sarà chiusa all’istante, senza ovviamente uscire dall’applicazione.
Se a questo punto si desidera riaprire la finestra con tutti i suoi pannelli chiusi in precedenza, la scorciatoia da tastiera da usare è: Cmd-Maiuscole-T.
Attenzione però: queste scorciatoie non funzionano con tutte le applicazioni.

mac ricondizionati Sconti fino al -38% sui Mac ricondizionati BuyDifferent! I Mac ricondizionati di BuyDifferent hanno una garanzia di 12 mesi. E ogni macchina è sottoposta a oltre 30 test prima di essere messi di nuovo in vendita. Non perdere tempo: scegli oggi il tuo Mac ricondizionato!

Come attivare il firewall su un Mac

Come attivare il firewall su un Mac? È qualcosa di semplice e veloce, che non richiede alcuna competenza.
Innanzitutto, lancia le Preferenze di Sistema, quindi spostati in “Sicurezza e Privacy” e clicca sul pannello “Firewall”.
Qui trovi l’opzione per attivarlo, ma prima di procedere sarà necessario premere il lucchetto in basso a sinistra, e quindi inserire la password di Amministratore.

sblocca lucchetto
Praticamente è fatta: devi solo premere, in alto a destra, il pulsante “Attiva firewall”. Non c’è da fare altro, non nemmeno riavviare.
firewall attivo
Ne vale la pena?
Per usi domestici e con una condotta virtuosa, è un sistema sufficiente. Ma in commercio esistono diverse soluzioni che garantiscono maggiore flessibilità e potenza, ma anche una curva di apprendimento un poco più ardua.
Apple con un clic permette di attivare il firewall e dimenticarsene (se premi il pulsante in basso a destra “Opzioni firewall” avrai l’opportunità di scegliere quali applicazioni possono chiacchierare con la Rete). Gli altri produttori obbligano l’utente a studiare un poco…

Scopri i Mac ricondizionati di BuyDifferent! Garantiti 12 mesi e sottoposti a oltre 40 test da parte del nostro personale qualificato. Perché ricondizionato significa qualità, ma solo su BuyDifferent!

Come nascondere la barra dei menu in macOS

Una delle funzioni del sistema operativo di Apple permette anche di nascondere la barra dei menu. E per farlo ci vuole pochissimo.
Perché farlo? Be’, per guadagnare un po’ di spazio, probabilmente. E poi, la barra ricompare ogni volta che il cursore del mouse si sposta nella parte superiore dello schermo!

Per nascondere la barra dei menu in macOS occorre lanciare le Preferenze di sistema, e spostarsi nel pannello “Dock”. Qui, in alto, troveremo subito quello che ci serve.
nascondere barra menu

Basta mettere il segno di spunta all’opzione: nient’altro. Se la soluzione ti piace, bene; in caso contrario potrai tornare qui e togliere il segno di spunta dalla casella.

Dove trovi i Mac ricondizionati, garantiti 12 mesi e sottoposti a oltre 30 test di funzionamento? Ma lo sanno tutti: su BuyDifferent. Scopri di più sui Mac ricondizionati di BuyDifferent!

Come aprire velocemente gli elementi recenti in macOS

C’è un metodo piuttosto veloce e poco usato per aprire velocemente gli elementi recenti in macOS. Vale a dire: quei documenti (o applicazioni; ma soprattutto i documenti), sui quali abbiamo lavorato di recente.

Con una sola mossa infatti, è possibile aprire proprio quel documento, evitando la trafila: lancio dell’applicazione > selezione del documento > apertura. Come?
È sufficiente spostarsi nella parte superiore sinistra dello schermo del proprio Mac, cliccare il menu Mela e selezionare la voce “Elementi recenti”.

elementi recenti

Qui troveremo l’elenco delle ultime applicazioni lanciate; l’elenco dei documenti che abbiamo creato e salvato; e quello dei server. Basta scorrere e selezionare, per esempio, il file che ci serve per lanciarlo all’istante.
È possibile decidere quanti documenti o app vedere all’interno degli Elementi recenti? Ma certo: devi lanciare le Preferenze di sistema, andare in “Generali” e in basso nella finestra troverai quello che ti serve.

numero degli elementi recenti

Cerchi un Mac ricondizionato? Lo trovi su BuyDifferent. Il nostro personale specializzato effettua oltre 30 test su ogni computer, prima di rimetterlo in vendita. E la garanzia è di 12 mesi. Scopri di più sui Mac ricondizionati di BuyDifferent.

Supersconto su tutti i Mac ricondizionati

Hai letto bene. Non è uno scherzo.
Su tutti i Mac ricondizionati c’è un supersconto di 100 euro. Ma devi fare in fretta perché hai tempo solo fino al 20 marzo.
Ma perché scegliere un Mac ricondizionato di BuyDifferent?
Perché un Mac ricondizionato BuyDifferent è garantito 12 mesi. E soprattutto: prima di essere messo in vendita viene sottoposto a 31 test di funzionamento.
mac ricondizionati buydifferent

E se aggiungi il codice SCONTO100 avrai lo sconto di 100 euro. Perciò vai su BuyDifferent e risparmia con i nostri Mac ricondizionati!