imac ricondizionato trendevice

macOS Catalina: come continuare a usare le app a 32 bit

Dovrebbero saperlo tutti: con macOS Catalina le app a 32 bit NON funzioneranno più. Da anni Apple ha avvertito gli sviluppatori che avrebbero dovuto aggiornare a 64 bit i loro programmi.
Ha dato a essi tutto il tempo necessario per provvedere. Il che significa: “aggiornare” il codice sorgente perché possa girare senza difficoltà a 64 bit.
Tuttavia…
Tuttavia è possibile che qualche utente si sia “distratto” un po’ troppo. Oppure: desideri continuare a usare quell’app a 32 bit. Ma come fare?
Sì, forseè posibile restare a macOS Mojave. Oppure è possibile fare dell’altro? Esiste una via d’uscita, un espediente che consenta di usare le app a 32 bit?

In questo articolo cercheremo di mostrare che cosa puoi fare per continyare a usare le app a 32 bit.

Abbiamo dedicato a Catalina una serie di articoli: dai un’occhiata!

Adesso passiamo però a vedere che cosa puoi fare per usare (ancora per un po’?) le app a 32 bit.

valutazione-mac

Non passare a macOS Catalina

Il primo (ovvio) consiglio è quello di NON aggiornare a Catalina, ovviamente. Resti a Mojave e con le tue app a 32 bit. Puoi restarci a lungo? Certo. Davvero tanto a lungo?
Dipende da te. Se le tue app a 32 bit sono vitali, è il caso di contattare lo sviluppatore e chiedergli se prevede l’aggiornamento. Se questo non è possibile (perché lo sviluppatore non è più interessato alla propria app), è il caso di cercare delle alternative (a 64 bit ovviamente. Anche perché su Catalina come abbiamo già spiegato non girano che app a 64 bit).

Sì, probabilmente una soluzione alternativa significa comprare nuovi programmi; ma purtroppo non c’è altro da fare (e comunque Apple ha avvisato con molto anticipo gli sviluppatori delle mosse che intendeva attuare).

Clonare Mojave

Altro modo per usare (ancora) le app a 32 bit è clonare Mojave: vale a dire?
Per prima cosa devi acquistare un disco rigido esterno. Poi acquistare (a meno che tu non ce l’abbia già!) un programma come Carbon Copy Cloner che clona il disco di avvio del tuo Mac sul disco rigido esterno.
Quindi? Quindi sul disco di avvio installi macOS Catalina. Su quello esterno il clone di Mojave. In questo modo potrai (quando ne avrai bisogno), collegare il disco esterno al Mac e riavviarlo da lì per poter usare ancora le app a 32 bit.

Usa un programma di virtualizzazione

L’ultima alternativa: ricorrere a un programma di virtualizzazione. Per esempio VirtualBox (che ha il grande pregio di essere gratuito). Oppure Parallels Desktop o ancora VMWare Fusion (entrambi a pagamento però: sotto i 100 euro).

Come vedi le soluzioni ci sono ma sono dei ripieghi. Il loro scopo è solo quello di guadagnare tempo, in attesa che arrivi una soluzione definitiva. Vale a dire che le tue app a 32 bit passino a 64 (oppure: che tu ti decida a comprare i programmi alternativi).

Vendere-mac-428_120

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *