imac ricondizionato trendevice

Come bloccare la pubblicità mentre navighi con Safari

Vuoi bloccare la pubblicità mentre navighi con Safari?
Vuoi bloccare in modo efficace tutti quei banner che disturbano la lettura degli articoli mentre navighi con Safari?
Allora devi solo continuare a leggere questo articolo.

Non sei il solo a sopportare malvolentieri la pubblicità invasiva dei siti di notizie (e non solo loro!). Certo: hanno bisogno di introiti, di entrate per continuare il loro lavoro. Lo sappiamo.
Il punto è che spesso (troppo spesso) si tratta, appunto, di pubblicità invasiva. Ed esiste un modo per fermarla.
Andiamo a vedere come.

valutazione-mac

Per fermare tutta questa pubblicità eccessiva che invade troppo spesso i siti Web, molti pensano che sia indispensabile dotarsi di soluzioni di terze parti: gli “Adblocker”. In parte è proprio così.
In realtà, useremo solo Safari e quello che ci fornisce, senza dover ricorrere ad altro per bloccare la pubblicità.
Vediamo in quale maniera.

Come usare la vista Reader

In pochi ci fanno caso: ma Safari, il navigatore Web del Mac, arriva portando in dote una funzione parecchio interessante e in parte sottovalutata. Si tratta della funzione chiamata “Reader”. Come dice il nome stesso, essa permette di leggere il nostro articolo; ma come?
Innanzitutto non si tratta affatto di un adblocker come ce ne sono molti sul mercato. Bensì di un sistema per leggere i nostri articoli. In pratica il suo funzionamento permette di eliminare dalla pagina che desideriamo leggere tutto quello che in qualche modo è estraneo al puro testo.

Ecco allora una pagina senza la funzione Reader:

Schermata 2020-01-16 alle 07.41.13

e la stessa pagina ma con la funzione Reader attivata:

la funzione reader attivata

La differenza è evidente.
Ma: come si attiva la funzione Reader in Safari?

Il sistema più rapido, una volta che sei planato su una pagina Web che contiene testo, è spostare l’attenzione alla barra degli Url. Lì dentro, a sinistra, c’è quello che ti serve.

modalità reader

Le 4 righe orizzontali che vedi (o forse dovremmo dire: 3 righe e mezza), indicano che la funzione è disponibile. Per attivarla è sufficiente cliccare.
Naturalmente esiste anche una scorciatoia da tastiera apposta: Maiuscole-Comando-R.

Attenzione però.
Perché con la versione 11 di Safari le cose si sono fatte più sofisticate. Infatti è possibile fare in modo che il browser Web, giunto su uno specifico sito, attivi in modo automatico la modalità Reader, evitandoci così di dover ricorrere a scorciatoie o altro. Come?

Quando tu arrivi su un sito e desideri che esso abbia attivato in modo automatico la modalità Reader, devi andare nella barra dei menu e in Safari scegliere il comando “Impostazioni per il sito web”.

impostazioni per il sito web

Compare una finestra che di fatto “chiede” quale comportamento Safari deve adottare.

Schermata 2020-01-16 alle 08.19.20

La prima voce è quella che attiverà il Reader (quando disponibile).
Poi c’è quella che abilità il blocco dei contenuti. E una serie di opzioni che invece hanno a che fare con la dimensione pagina; se attivare oppure no la riproduzione automatica dei contenuti multimediali; e il comportamento da adottare in caso di presenza di finestre a comparsa.

Infine, nella sezione in basso, una serie di voci dedicata al comportamento da usare se il sito chiede di accedere alla fotocamera, al microfono, alla condivisione dello schermo; oppure se domanda di conoscere la nostra posizione.
Inutile aggiungere a questo punto che ciascuna di queste voci è liberamente modificabile; basta cliccare e poi procedere.

Schermata 2020-01-16 alle 08.24.18

Schermata 2020-01-16 alle 08.23.55

Una volta che hai impostato il comportamento che Safari deve adottare con un certo sito Web (o più siti Web), se un giorno cambierai idea e vorrai rimuovere questa procedura, spostati nelle Preferenze del navigatore.
Una volta qui devi andare nel pannello chiamato “Siti Web”. Nella colonna a sinistra, in alto, c’è la voce “Reader”. Devi selezionarla.

A questo punto vedrai l’elenco dei siti Web che usano Reader in modo automatico. Ci saranno 2 sezioni: in alto quella che riguarda i siti attualmente aperti; in basso invece quella che si occupa dei siti configurati. In questa parte, devi solo selezionarne uno e poi premere il comando “Rimuovi”.

pannello siti web safari

Vuoi fare in modo che la modalità Reader sia sempre attivata? Che sia attivata anche per gli altri siti Web?
Si può. Per prima cosa devi restare nel pannello Siti Web delle Preferenze di Safari. E avere ancora selezionato la voce “Reader” nella colonna laterale.
Alla base della finestra, in basso a destra, c’è una voce che dice: “Quando visito altri siti web”, e acconto un menu a discesa che racchiude due voci: Sì e No.

Schermata 2020-01-16 alle 08.34.41

Si attiverà da sé su tutte le pagine Web che supportano questa funzione di Safari.

Safari e le finestre a comparsa

Detesti le finestre a comparsa? È difficile trovare qualcuno che le apprezzi, forse per questo Safari offre un’opzione per fermarle.
Restiamo nelle Preferenze di Safari e ancora nel pannello chiamato “Siti Web”. Nella colonna laterale c’è una voce apposita: Finestre a comparsa. Si trova in basso.

finestre a comparsa safari

Anche qui ci sono 2 sezioni: quella che riguarda i siti web attualmente aperti, in alto; mentre in basso invece ci sono quelli configurati. Con un menu a discesa, per ciascun sito, che racchiude 3 comandi: Blocca; Blocca e avvisa; Consenti.

Ancora una volta, in basso a destra la voce: Quando visito altri siti web e l’immancabile menu a discesa con i comandi che abbiamo già visto. Esatto, permette di dire a Safari che cosa fare con le finestre a comparsa di tutti gli altri siti che visiteremo.

Bloccare il monitoraggio tra siti web

Non scordare però di bloccare il monitoraggio tra siti Web.
Sempre nelle preferenze di Safari, spostati però nel pannello chiamato “Privacy” e assicurati che la voce sia correttamente spuntata.

blocco monitoraggio siti web attivato

hai mai notato questo: sei su un sito che vende stampanti. Bene. Lo visiti in lungo e in largo, e poi lo lasci. Ti sposti su un altro sito (Facebook?): e cosa trovi? Un banner che ti propone… Stampanti! Questo succede perché c’è appunto un monitoraggio (uno scambio di informazioni) tra i siti Web, e questa funzione implementata da Safari, e che gli inserzionisti odiano cordialmente, li blocca.

Ma come funziona il monitoraggio tra siti Web?

Se l’utente nel giro di 30 giorni non si è recato più su quel sito, tutti i cookie che risalgono a lui (cookie che comunque saranno stati registrati), saranno rimossi.

Il comportamento di questa tecnologia cambia un poco se invece l’utente torna nello stesso giorno sul sito: il rilevamento tra siti sarà permesso.

Se ci torna dopo un giorno o più, i cookie non potranno più essere usati (ma saranno rimossi dopo 30 giorni).

Vendere-mac-428_120

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *