e-book - SSD: il tuo Mac con il Turbo 2017

Prezzo:
sconto %
Prodotto disponibile
  • Soddisfatto o Rimborsato 100%
  • Contrassegno NO costi extra
  • Reso gratis entro 14 gg
  • Prezzo IVA Inclusa

Descrizione

SSD: il tuo Mac con il turbo

Quando uscì la prima edizione di questo ebook era il 2012. Da allora i dischi a stato solido, o SSD, ne hanno fatto di strada: il tempo è passato ed è il momento di riprendere in mano l’argomento e dare un’occhiata alle novità che in questi anni non sono certo mancate. Se prima i dischi a stato solido erano guardati con interesse ma anche con scetticismo (e i prezzi alti non erano certo d’aiuto), da un pezzo le persone hanno cominciato a vedere questo supporto come un’efficace alternativa per rendere di nuovo veloce il proprio vecchio Mac. E sempre più persone, al momento dell’acquisto di un nuovo Mac, scelgono il disco SSD, invece del vecchio supporto. 

Come sempre cercherò di essere esaustivo e semplice, perché le persone vogliono capire. Quali sono le caratteristiche di un SSD? Perché è meglio del tradizionale disco rigido? È davvero così veloce come si dice?
Mi auguro che alla ne di questo libro elettronico i dubbi saranno fugati.

Indice degli argomenti trattati:

    Introduzione
  Che cosa sono gli SSD
  Come funziona un disco SSD
  Scegliere il giusto SSD
  Fusion Drive
  Ottimizza il Mac con SSD
  Deframmentazione? No, grazie
  Pronto per un SSD?
  Come cancellare un SSD in modo sicuro

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Chi è l'autore?
 
Marco Freccero è stato per anni Web Editor del sito ilMac.net, dove ha firmato articoli di opinione, guide, e decine di recensioni su software e hardware. Per BuyDifferent.it e TrenDevice.com scrive libri elettronici su Mac e dispositivi mobili, oltre a curare videocorsi.
Ha pubblicato per la casa editrice 40K l'ebook "Starter Kit per Blogger". Scrive per la rivista online Pionero.it. Vive in provincia di Savona, e quando non sviscera gli aspetti più o meno nascosti del sistema operativo di Apple, cura il suo blog personale dove non parla di Mac, bensì di narrativa.